Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Serata musicale con lo scrittore, critico musicale Paolo Isotta e il pianista Nazzareno Carusi

Data:

24/05/2016


Serata musicale con lo scrittore, critico musicale Paolo Isotta e il pianista Nazzareno Carusi

L’Istituto è lieto di ospitare per una serata eccezionale due esponenti di rilievo del panorama musicale italiano :

Paolo Isotta, scrittore, critico presenterà in italiano il suo libro Altri canti di Marte pubblicato presso la casa editrice Marsilio di Venezia nel 2015
e il pianista Nazzareno Carusi per un concerto di pianoforte, con opere di Domenico Scarlatti e Franz Liszt in programma.

Paolo Isotta è nato a Napoli, ov’è sempre vissuto, nel 1950. Dal 1971 al 1994 ha insegnato Storia della musica nei Conservatori di Torino e Napoli. Dal 1974 al 1979 è stato il critico musicale de “Il Giornale”, dal 1980 al 2015 del “Corriere della Sera”. Ha pubblicato, oltre saggi vari, i libri I diamanti della corona. Grammatica del Rossini napoletano (Torino, Utet, 1974); Dixit Dominus Domino meo. Struttura e semantica in Händel e Vivaldi (Milano, Edizioni Internazionali di Musica Sacra, 1981); Il ventriloquo di Dio. Thomas Mann: la musica nell’opera letteraria (Milano, Rizzoli, 1983); Le ali di Wieland. Sette temi musicali (Milano, Rizzoli, 1984); Victor De Sabata: un compositore (Milano, Edizioni del Teatro alla Scala, 1992); Renata Tebaldi (Milano, Edizioni del Teatro alla Scala, 2002); La virtù dell’elefante. La musica, i libri, gli amici e San Gennaro (Venezia, Marsilio, 2014); Altri canti di Marte (Venezia, Marsilio, 2015). Con queste due ultime opere, che sono state giudicate testi importanti di letteratura oltre che di storia della musica, egli ritiene sia incominciata una nuova fase della sua attività: desidera infatti dedicarsi solo allo scrivere libri e saggi senza più praticare la critica musicale. Tra l’ottobre 2015 e l’aprile 2016 ha scritto saggi su Verdi, Paisiello, Wagner, Donizetti e sulla storia dei Conservatori napoletani e si augura di avere il tempo e le forze per attuare i suoi progetti.

Nazzareno Carusi
È nato a Celano nel 1968, è stato allievo di Lucia Passaglia, Alexis Weissenberg e Viktor Merzhanov. Dopo la “serata trionfale” (così descritta da America Oggi) del suo debutto nel 2003 alla Carnegie Hall - Weill Recital di New York, ha tenuto concerti in tutto il mondo. Il Maestro Riccardo Muti lo ha definito “un pianista eccellente e un musicista di altissimo valore”. Lo storico della musica Paolo Isotta ha scritto della sua “personalità di rilievo planetario, tanto cólta da poter maneggiare ogni materia musicale senza paura e senza limiti d’immaginazione”. E Cecelia Porter, sul Washington Post, ha recensito un suo concerto nella capitale statunitense in Trio con i Solisti della Scala come “una serata d’arte mozzafiato: Carusi trasforma la tastiera in un’orchestra di cento elementi”. La registrazione dal vivo dei suoi recital al Teatro alla Scala di Milano, al Teatro Colón di Buenos Aires e alle Jewel Box Series di Chicago è stata pubblicata nel 2009 dalla EMI.
Insegna al Conservatorio “Antonio Buzzolla” di Adria e all’Accademia pianistica internazionale “Incontri col Maestro” di Imola.

ESCLUSIVAMENTE SU INVITO

Informazioni

Data: Mar 24 Mag 2016

Orario: Alle 18:00

Organizzato da : IIC Strasburgo

In collaborazione con : Représentation Permanente de l'Italie auprès du C.

Ingresso : Libero


Luogo:

Strasburgo, Istituto Italiano di Cultura

Testata:

Serata musicale

Tags:

Musica

654